Notizie

Coaching post-crisi COVID-19 e formazione per lo sviluppo di progetti

Dopo un periodo molto difficile, Hajti Bik ha ripreso le sue attività operative a giugno. Per il progetto è stato essenziale sostenere i suoi imprenditori, la maggior parte dei quali ha dovuto affrontare gli effetti negativi che la pandemia COVID-19 ha avuto non solo a livello sanitario, ma anche economico e sociale.

Per aiutare i nostri imprenditori a riprendere le loro attività nelle migliori condizioni possibili, il team del progetto Hajti Bik ha organizzato sessioni di formazione per il coaching e lo sviluppo del progetto post-COVID19 nelle regioni di Jendouba, Kef, Médenine, Ben Gardane e Tataouine.

In ciascuna regione, le sessioni di formazione si sono svolte in tre giorni, a partire dal 24 giugno nel nord-ovest (Ket e Jendouba) fino al 5 luglio a Médenine e Ben Gardane.

In totale sono state condotte 5 sessioni per 51 imprenditori (28 uomini e 23 donne), provenienti da molte città della Tunisia: Bou Salem, Fernana, Babouch, Ain Drahem, Tabarka, Dahmani, Sers, Tajerouine, Ben Guerden, Zarzis, Djerba, Bni Khdech, Bir Lahmer, Ksar Hedada, Ajej, Ghomrassen.

Per l'organizzazione di queste sessioni, il progetto ha beneficiato del supporto del suo partner ANETI (Agenzia Nazionale per l'Occupazione e il Lavoro autonomo) attraverso la messa a disposizione dei suoi locali nelle regioni interessate, in coordinamento con la direzione centrale.

Durante queste sessioni di formazione, gli imprenditori hanno dimostrato perseveranza, impegno, crescita ed energia, che hanno reso l'atmosfera conviviale e le sessioni molto costruttive. È stato un piacere e un onore per il team Hajti Bik poter sostenere i propri imprenditori in questa fase di transizione post-COVID19.

LINEE DIRETTRICI

Il bando per la selezione di imprenditori e imprenditrici tunisini/e e di investitori della diaspora tunisina in Italia per l’imprenditoria in Tunisia.

Consultare il documento

UFFICIO OIM TUNISIA

La Tunisia è membro dell’OIM dal 1999. La missione dell’OIM in Tunisia è stata aperta nel 2001. L’OIM si basa sul principio che una migrazione ordinata e nel rispetto della dignità umana porti benefici sia ai migranti sia alla società.

Scopri di più

SEGUI HAJTI BIK